I laboratori non vanno in vacanza
18 dicembre 2019

Sono le cose semplici a rendere il Natale un momento magico. La cena della vigilia, la tavola imbandita, il camino acceso, i film natalizi guardati tutti insieme sul divano di casa. Gesti della quotidianità che fanno bene al cuore. A volte basta poco per essere felici, ed è per  questo motivo che i nostri laboratori di ceramico-terapia non vanno in vacanza: per portare momenti di gioia e normalità anche nei giorni di festa, per rendere il Natale dei nostri bimbi un momento speciale. 

 

La ceramico-terapia non si ferma. 

Il laboratorio di ceramico-terapia proposto all’interno della nostra struttura”, ci racconta la dott.ssa Pierpaola Sciarra, psicologa dell’ospedale Santo Spirito di Pescara, “a differenza di altre esperienze di volontariato, è presente anche durante i festivi e questo fa la differenza. Che sia il 15 agosto, Natale o la Vigilia, i volontari sono sempre presenti e questo non è qualcosa di scontato, non è una scelta facile per loro, perché devono lasciare la propria famiglia per venire qui”.

 

Ritorno alla normalità. 

La continuità dei laboratori di ceramico-terapia durante le feste è fondamentale per i bambini e i ragazzi, perché si crea una situazione di normalità in un contesto slegato dalla quotidianità. “Lo svolgimento dei laboratori durante le vacanze è la perla del nostro reparto. Per i bambini e i ragazzi ricoverati, soprattutto se sono già stati qui e devono rientrare nei giorni di festa, è motivo di grande gioia sapere che ci sarà il laboratorio: sono contenti all’idea che faranno un’attività “normale”, lontana dal trambusto di test ed esami. C’è una festa ed è lì per loro”.

 

Una festa per tutti. 

Durante il periodo natalizio vengono proposte diverse attività all’interno degli ospedali, ma non tutte si svolgono durante i giorni di festa veri e propri. “Nel corso del mese” ci racconta ancora la dott.ssa Sciarra, “vengono organizzate tante iniziative solidali tra cui la visita di Babbo Natale, ma il 24, il 25 e il 26 dicembre, che sono il fulcro centrale delle festività, il reparto si dimezza. È festa per tutti e, grazie al laboratorio, è festa anche per i bimbi: in questo modo si restituisce loro importanza, nonostante la particolarità del momento”. 

 

Il laboratorio come valore aggiunto. 

Il laboratorio è un valore aggiunto non solo per i bambini e le loro famiglie, ma per tutti gli operatori e per il reparto stesso. “Il ceramista e i volontari che prestano servizio nel nostro ospedale sono delle persone eccezionali, che vengono qui esclusivamente per i pazienti. Sanno come prendere i ragazzi, rispettando i tempi di ciascun bambino e delle famiglie. Siamo molto fortunati ad averli con noi, soprattutto in questo periodo dell’anno, in cui tutti desideriamo essere circondati dall’affetto dei nostri cari, nella tranquillità delle nostre case”.