La magia dell’argilla non ha confini
20 agosto 2020

A volte manca il tempo materiale anche solo per fare una breve telefonata. Ci sono argomenti che preferisco non toccare di fronte a mio figlio, è troppo piccolo e certi temi o pensieri non dovrebbe sentirli. Come farei se non ci fosse il laboratorio di ceramico-terapia? Come farei se non sapessi di poter contare sulla presenza di una ceramista straordinaria come Matilde? Antonio è ormai indipendente, è vero; ma avere la consapevolezza che possa trascorrere del tempo con delle persone meravigliose, immerso nella creatività, mi fa stare più serena e mi permette di avere del tempo libero per me. Per una telefonata, appunto, ma anche una doccia o una breve passeggiata. Un lusso a cui troppo spesso noi genitori dobbiamo rinunciare”. 

 

Il valore del tempo. 

Pina è la mamma di Antonio, un dolcissimo bimbo di sette anni che con il suo entusiasmo ha contagiato tutti in reparto, piccoli e grandi. L’abbiamo intervistata tempo fa e, con tanta emozione e gratitudine, ci ha raccontato quanto sia importante la nostra attività di terapia ricreativa, per lei e per il suo bimbo. I nostri piccoli artisti sono naturalmente i principali beneficiari della ceramico-terapia: ma a godere della spensieratezza derivata dai laboratori, sono anche (e soprattutto) loro, le mamme e i papà che, con estremo coraggio, portano un peso enorme sulle proprie spalle e tutto farebbero pur di vedere felici i propri figli. 

 

Laboratori fisici e digitali. 

Noi della Fondazione sappiamo bene quanta gioia e quanti sorrisi donino le ore trascorse in laboratorio con i nostri volontari: ce lo confermano ogni giorno le famiglie, gli operatori sanitari e i bimbi stessi. Per questo motivo, anche durante la quarantena, non abbiamo potuto fare a meno di garantire la continuità dei nostri laboratori, creando la modalità digitale, ormai divenuta a pieno titolo parte della nostra organizzazione. 


Lo facciamo con il cuore, perché sappiamo che i bambini attendono con trepidazione di modellare l’argilla con noi ogni settimana; ma lo facciamo anche per tutte le mamme e i papà che combattono con determinazione accanto ai propri figli, perché possano ritrovare un po’ di svago in una situazione complessa. In attesa che le attività ripartano a pieno regime in tutti gli ospedali, i laboratori continuano a prendersi cura di tanti bambini e delle loro famiglie, in ospedale e a casa. Perché la magia dell’argilla non ha confini, esattamente come l’amore.