L’emozione di adottare un laboratorio di ceramico-terapia
09 luglio 2020

Adottare un laboratorio di ceramico-terapia della Fondazione THUN, significa prendersi cura di un’iniziativa importante che dona serenità e spensieratezza ai tanti bimbi delle oncologie pediatriche italiane. La nostra attività di terapia ricreativa genera un concreto senso di benessere nei piccoli partecipanti, riducendo lo stress durante la somministrazione delle terapie farmacologiche e migliorando l’umore, spesso fortemente provato. Per i nostri sostenitori, l’adozione di un laboratorio è il gesto d’amore più grande che si possa fare per contribuire al progetto. Come lo sappiamo? Dai bellissimi racconti che ogni giorno riceviamo, proprio da voi, che ci sostenete e che con le vostre azioni state lasciando meravigliose impronte d’amore nella vita di tante persone. 

 

Un supporto concreto al territorio. 

Adottare un laboratorio di ceramico-terapia fa sì che la qualità della vita dei piccoli pazienti all’interno degli ospedali in cui operiamo (e ora anche a casa, grazie al nuovo servizio dei laboratori digitali, attivo tutti i giorni), migliori notevolmente. Per questo i nostri sostenitori ne sono così orgogliosi: perché sentono che con i loro gesti, possono fare la differenza nella vita delle famiglie dei bambini malati e dei bimbi stessi, generando un impatto positivo nella propria città o regione. Attraverso l’adozione, infatti, il sostenitore ha la possibilità di destinare il proprio contributo al laboratorio di ceramico-terapia di uno specifico ospedale, rendendo questo meraviglioso gesto ancora più tangibile e vicino.

 

Adottare un laboratorio, perché?

A volte ci si sente impotenti di fronte alle situazioni difficili: si ha la sensazione di non poter cambiare in alcun modo il corso degli eventi, perché si percepiscono come troppo grandi per essere affrontati. L’adozione di un laboratorio di ceramico-terapia ribalta radicalmente questa prospettiva: pur essendo consapevoli della delicatezza del momento che tanti bambini e le loro famiglie si trovano costretti a vivere, i nostri sostenitori sono altrettanto felici di poter fare qualcosa per alleviare la pesantezza del presente. Attraverso l’adozione di un laboratorio di ceramico-terapia si crea un filo invisibile, ma molto potente, tra i donatori e le famiglie dei nostri bimbi: è il loro modo per dire a tanti genitori che non sono soli, un modo per far sentire il calore della vicinanza, pur non conoscendosi, anche a distanza.